Mags| QUIN Quaderno di Interni

(English below)

Ci sono due cose che a cui non posso rinunciare il sabato:

-la grande spesa settimanale

-la caccia alle riviste di arredamento

Tra insalate e frutta fresca, pane e altri generi alimentari, mi concedo quei 5 minuti di ricerca tra gli scaffali della mia edicola preferita, che nemmeno a farlo apposta è situata proprio accanto al super mercato

Di solito vado a colpo sicuro: Casa Facile, Elle Decor, Marie Claire Maison, AD, tutto tranne Living…(non perché non mi piaccia, ma solo perché sono abbonata all’edizione digitale)

Questa volta, però, sono stata più fortunata del solito; ho trovato qualcosa che non conoscevo: QUIN, Quaderno di Interni , una nuova e bellissima rivista di interni tutta italiana, con una carta patinata così spessa che vi sembrerà di avere in borsa il Castiglioni Mariotti (per chi non lo conosce è il mitico dizionario di latino che ha accompagnato lo studio di intere generazioni di italiani). 

Scherzi a parte, Quin è un progetto nuovo, bello quanto audace di una rivista (cartacea) di interior design, frutto esclusivo dell’ingegno italiano.

Michele Notarangelo, direttore di QUIN, spiega così il progetto nella dichiarazione di intenti:

“QUIN, acronimo di QUaderno di INterni. La pronuncia anglofona familiarizza fallace con queen, regina, ma la natura è italica al 100%. Fibra, artigiani, stampatori, fotografi, redattori, case. Tutto rigorosamente fatto in Italia

Rivista bimestrale ordinabile nelle rivendite di giornali al casellario home interior. Tuttavia anomala. Impiega carta spessorata patinata, verniciata sui due lati come per i volumi fotografici. A proposito, si dice che l’editore sia poco pratico e che la carta non avrà futuro. Si diranno tante altre cose.

Vuole sembrare una rivista semplice, agevole alla lettura e nel giro pagina. Tuttavia la malizia c’è: si annida acuta nei testi e nei singoli scatti fotografici. Rilasciatevi e non fate opposizione. Vi porteremo altrove [..]”

Mica male come inizio, vero?

Qualcuno sarà pronto a parlare di snobismo editoriale, ma inutile negare che QUIN nasca davvero come rivista unica nel suo genere.

Molte foto a pagina intera, progetti interessanti e testi scritti decisamente bene. Sarà perché ultimamente sono un po’ stanca del notevole abbassamento di registro delle riviste di arredamento, ma lo stile di QUIN mi ha davvero sorpresa: testi brevi, essenziali e contemporaneamente accattivanti.

Per la lettura possiamo scegliere le piccole didascalie a descrizione delle immagini o lasciarci trasportare dal racconto: un testo che introduce il progetto in chiave narrativa, pieno di citazioni, estremamente emozionale. Fantastistico!

QUIN review Oblako D

Questo che vedete è il primo numero (marzo-aprile 2014). Lo so, siamo già a maggio e presto uscirà il secondo numero, ma visto che sono così emozionata per la scoperta, mi sembra carino sfogliarlo con voi comunque..

Two things that I cannot give up on Saturday :

 – buying fresh produce

 – hunting for interior magazines

 While looking for veggies and fresh fruit ,bread and other delicatessen, I grant myself 5 minutes of searching through the shelves of my favorite kiosk, right next to the super market

 Casa Facile, Italian editions of Elle Decor, Marie Claire Maison, AD, everything but Living … (not because I do not like it, but only because I have a subscription to the digital edition)

 This time, however, I was more than fortunate; I found something I did not know : QUIN , quaderno di interni; a new interior magazine, entirely made in Italy! It is made up of a such thick coated paper, that you feel like you have a dictionary in your bag..

Ok, seriously, Quin is a beautiful, daring, one-of-a-kind mag of interior design, exclusively made in Italy, by Italian talent.

 Director Michele Notarangelo explains his project in the Declaration of Intent:

” QUIN , an acronym for Quaderno di Interni (italian for interior notebook) . The pronunciation is quite familiar with fallacious “queen” in English, although its nature is 100% italic. Fibre, craftsmen, printmakers, photographers , editors, projects. All strictly made ​​in Italy.

A bimonthly magazine you can find under home interior category. However abnormal.

It is made of coated paper, varnished on both sides as those of photographic volumes .

 It wants to look like an easy to read magazine, however, there is a certain malice in the texts and in the individual pictures. Relax yourselves, without any opposition. We will take you elsewhere [..] “

Not a bad start, right?

I bet someone is going to cry “editorial snobbery”, but, man, QUIN is really unique!

Many full-page photos, interesting projects and very well written texts. Ok, lately I am sick and tired of the significant lowering of decor magazines register, but QUIN style has definitely seduced me: short texts, essential and attractive at the same time.

We can read the magazine choosing between the captions next to the pics and the full story: a text that introduces the project in a narrative and extremely emotional way! Brilliant!

This is the first issue (March-April 2014). I know we are already in May and the second one will be out soon, but since I’m so excited for the discovery, I’d like to flip to trough the pages with you..    

QUIN 1.jpg.jpg QUIN 2.jpg.jpg QUIN 3.jpg.jpg QUIN 4.jpg.jpg QUIN 5.jpg.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...